Carmelo Santa Maria della Vita

Un Monastero che prega per l'accoglienza e il rispetto di ogni Vita umana

i nostri appuntamenti

Concerto in onore della

Madonna del Carmine

26 luglio 2017

 Vedi 

Prossima

Veglia per la Vita 

29 luglio 2017

Icone scritte da noi

 


Vangelo di domenica

Presentazione

del Vangelo della domenica


 Continua a leggere 

Una parola per te...

Maria non poteva creare la creatura già creata, ma attraverso l'umanità che dette al Verbo 

la rese capace di fruire della visione di Dio e della sua glorificazione.

(santa Maria Maddalena de' Pazzi - Rivelazioni e Intelligenze)

Veglia per la vita


Pregheremo la prossima Veglia per la Vita 

il 29 luglio 2017

dalle ore 21.00


Sappiamo bene che ciò che facciamo non è che una goccia nell'oceano.

Ma se questa goccia non ci fosse, all'oceano mancherebbe

«Vivi la Vita»

                                               


Esposizione del Santissimo Sacramento

Misericordias Domini

in aeternum cantabo

 

Adorazione silenziosa

 

La Vita è preziosa,

abbine cura

 

Dal profondo a te grido, Signore,
dammi ascolto mio Dio,
porgi attenti gli orecchi
al mio supplice grido, o Signore

 

Nel silenzio quasi generale, la Camera dei Deputati ha discusso e approvato una proposta di legge che, dietro le rassicuranti espressioni "consenso informato" e "Dichiarazioni Anticipate di Trattamento" nasconde una esplicita e brutale legalizzazione dell'eutanasia delle persone deboli e malate, anche senza o contro il loro consenso.

Ecco i punti salienti del provvedimento.
Li enunciamo:

·        la soppressione di Eluana Englaro diventa il modello adottato dalla legge: il tutore potrà far morire il soggetto incosciente negandogli, oltre che le terapie, anche il cibo e l'acqua;

·        sarà possibile determinare la morte di neonati prematuri o disabili o affetti da malformazioni impedendo ogni trattamento intensivo neonatale;

·        anziani in stato di demenza, soggetti incapaci o privi di coscienza potranno rimanere senza le terapie necessarie per mancanza di consenso, così da giungere alla morte.

Questo è il fulcro della proposta: rendere possibile la morte procurata di tutti i soggetti "imperfetti" o "inutili" alla società, se non addirittura "costosi" per la società e per i loro familiari.
Una possibilità che riguarda tutti noi che, prima o dopo, avremo a che fare con malattie serie o l'età avanzata.

 

 

Salmo 82

Nell'assemblea divina egli si alza,

parla così agli dèi il Signore:
«Fin quando scudo vi fate al delitto

e ai malvagi darete il favore?
Deboli e orfani invece curate,

fate giustizia ai poveri, ai miseri,

e l'indigente e l'oppresso salvate,

da mani empie e rapaci strappatelo».
Non sanno nulla, ne vogliono intendere,

vanno nel buio, vacilla la terra!
«Voi siete dèi» sì, questo io dico,

«e figli tutti del Dio altissimo».
Ma morirete come ogni mortale,

come i potenti pur voi cadrete.
Sorgi, Dio giusto, e giudica il mondo,

tu, il Signore di tutte le genti!

 

 

 

Preghiera
Dio, che non puoi non odiare una giustizia ingiusta;
- e ingiusta è sempre una giustizia che protegge il delitto e la corruzione, ingiusta quando non cura la difesa del debole e dell'oppresso: -

fa' che ognuno di noi diventi strumento

della tua giustizia, e possiamo così continuare
la tua opera di liberazione dei poveri,
ed essi riprendano ancora a crederti e a sperare.
Amen.

 

Adorazione silenziosa

 

 

La Vita è una lotta,

accettala

 

Dal profondo a te grido, Signore,
dammi ascolto mio Dio,
porgi attenti gli orecchi
al mio supplice grido, o Signore

 

 

Il principio del consenso informato, così come scritto nella proposta, e le Disposizioni Anticipate di Trattamento si risolveranno in un inganno per coloro che vi ricorreranno: la proposta non garantisce la libertà effettiva e un'informazione adeguata per chi firmerà questi fogli che potranno trasformarsi in vere e proprie condanne a morte.

Questo risultato sarà ottenuto con la garanzia per i medici di non avere nessuna conseguenza, né civile né penale.

 

Salmo 62

Solo in Dio il mio cuore riposa,

da lui viene la mia speranza,
è mia rupe e salvezza lui solo,

la mia roccia: io più non vacillo.
Fino a quando vorrete scagliarvi

contro un uomo, voi tutti insieme,

per abbatterlo come un muro,

come muro sbrecciato e cadente?
Dalla cima lo vogliono abbattere!

Si compiacciono a dire menzogne,

con la bocca proclamano il bene,

ma nel cuore non pensan che male.
Solo in Dio il mio cuore riposa

da lui viene la mia speranza
è mia rupe e salvezza lui solo,

la mia roccia: io più non vacillo.
La mia gloria e salvezza è Dio,

il mio saldo rifugio e difesa:
in lui sempre confida, o popolo,

ed effondi in lui il tuo cuore.

Dio è nostro rifugio per sempre:
sono un soffio i figli dell'uomo

e illusione i potenti del mondo:

a pesarli, insieme, sono aria.
Non vogliate affidarvi alla forza,

le rapine non portano frutto:

pur se abbonda la vostra ricchezza

mai ponete in essa il cuore.
Un oracolo ha detto il Signore,

due ne ascolto:

che Dio è potenza,
e che egli ripaga in grazia

ogni uomo per quello che opera.

 

Preghiera
Ci basti tu, nostro Dio:
non vogliamo affidarci alla potenza di nessuno!
Non ci sono uomini che liberano,
ci sono solo uomini che si liberano!
Perciò non ci seducano le vane illusioni
della forza e del potere,
ne gli ingannevoli splendori di questi regni,
o Dio dell'unica libertà e dell'unica pace.
Amen.

Adorazione silenziosa

 

 

La Vita è preziosa,

abbine cura

 

Dal profondo a te grido, Signore,
dammi ascolto mio Dio,
porgi attenti gli orecchi
al mio supplice grido, o Signore

 

 

La posta in gioco è molto alta: tutta la cultura basata sulla solidarietà costruita nei secoli con tanto impegno e sacrifici rischia di essere immolata sull’altare dell’individualismo più esasperato e dell’utilitarismo. La dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana, sul cui rispetto si fonda la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo rischia di essere totalmente calpestata rendendo la vita umana anche dopo la nascita non più indisponibile. Sotto il velo di una presunta pietà e di una morte dignitosa si cela il progetto di poter decidere arbitrariamente il momento della morte di una persona, finora ignoto a tutti…

 

Salmo 94

Dio della vendetta, Signore.

Dio della vendetta, risplendi!
Alzati, giudice della terra:

sorgi a dare il salario agli empi.
Fino a quando, o Dio, gli iniqui,

fino a quando il capo alzeranno
e terranno, i malvagi,

discorsi esaltando i loro folli trionfi?
O Signore, calpestano il popolo,

i tuoi santi opprimono, Dio;
e stranieri uccidono,

e vedove e gli orfani mandano a morte.
Essi pensano: «Dio non vede,

di Giacobbe il Dio non sente!».

Gente stolta, prestate attenzione,

quando mai rinsavite, o fatui?
Chi l'orecchio ha creato, non sente?

Chi ha fatto gli occhi, non vede?
Chi governa le genti, non giudica,

lui che dona all'uomo la scienza?
Noto è ogni pensiero al Signore

e conosce egli quanto sia vano!
Beato 1'uomo da te illuminato

cui la legge tu stesso insegni.
Per i giorni bui quiete gli dai,

mentre all'empio tu scavi la fossa:
non rigetta Iddio il suo popolo,

ne rifiuta la sua porzione.
Tornerà in mano al Giusto il giudizio,

i perfetti vi andranno insieme!
Chi per me sarà contro i malvagi,

chi con me verrà contro i perversi?
Se non fosse il mio aiuto il Signore,

già sarei nel regno dei morti:
a dir solo: «Mi trema il piede»,

tu correvi amoroso a salvarmi.
Quando angosce mi serravano il cuore,

sempre tu eri il mio conforto:
col potere puoi esser tu complice

che angherie fa contro la legge?
È aggredita la vita del giusto,

condannato il sangue innocente!
Ma il Signore è mia fortezza,

il mio Dio, mia rupe, il mio nido.
E su loro la stessa perfidia

volgerà il Signore a sterminio:

dentro il male che hanno ordito

li farà il nostro Dio annientare.

 

Preghiera
Giudice del mondo, Fine delle cose,
tu sei anche l'unica Speranza

perfino per i colpevoli,
perché sei tardo all'ira e pronto al perdono:
donaci quiete per i giorni bui;
non abbandonarci nelle mani
di coloro che non si curano di te,
e per il tuo amore salvaci
dal tuo stesso giudizio.
Amen.

 

 

Adorazione silenziosa

 

la Vita è la Vita,

difendila

 

Alleluja. Alleluja. Alleluja. Alleluja.
Dio ha visitato il suo popolo,
ha fatto meraviglie per noi, Alleluja.

Gli occhi dei ciechi vedono la luce,
gli orecchi sordi odono la voce:
Dio ha fatto meraviglie per noi,
Dio ha fatto meraviglie per noi.

 

Sylvie Menard, ricercatrice oncologica ed ex allieva del prof. Veronesi, era favorevole all’eutanasia e aveva persino redatto un testamento biologico. Ma quando scopre di avere un cancro inguaribile al midollo osseo, la sua prospettiva sulla vita e la morte cambia radicalmente: vuole vivere la sua vita fino in fondo e diventa una ferma oppositrice dell’eutanasia e del testamento biologico: nessuno può sapere come reagirà di fronte alla malattia.

 

Alleluja. Alleluja. Alleluja. Alleluja.
Dio ha visitato il suo popolo,
ha fatto meraviglie per noi, Alleluja.

I cuori spenti vibrano d'amore,
i volti tristi splendono di gioia:
Dio ha fatto meraviglie per noi,
Dio ha fatto meraviglie per noi.


Roberto Panella, anche lui entrato in coma dopo un incidente, ha raccontato la sua lotta per la sopravvivenza e ribadito la dignità di ogni vita, anche quella che si trova in coma. La madre ha rivelato alcuni episodi spiacevoli riferiti al personale medico, che discutevano se lasciare morire Roberto in sua presenza. Ma Roberto recuperava progressivamente la coscienza: non dobbiamo sottovalutare la capacità di comprensione di chi apparentemente è “totalmente incosciente”.

 

Alleluja. Alleluja. Alleluja. Alleluja.
Dio ha visitato il suo popolo,
ha fatto meraviglie per noi, Alleluja.

Le bocche mute cantano in coro
e mani stanche ritmano la lode:
Dio ha fatto meraviglie per noi,
Dio ha fatto meraviglie per noi.



 

 

Pietro Crisafulli, fratello di Salvatore Crisafulli, la cui vita e il cui risveglio dallo stato vegetativo sono raccontati anche in un film, “La voce negli occhi”, ha testimoniato di come abbia compreso l’assurdità dell’eutanasia proprio aiutando suo fratello: nonostante le gravissime condizioni psicofisiche, la sua vita era assolutamente “degna”. Nessuno è meno degno per le condizioni di disabilità.

 

Alleluja. Alleluja. Alleluja. Alleluja.
Dio ha visitato il suo popolo,
ha fatto meraviglie per noi, Alleluja.

Il lieto annuncio ai poveri è portato,
la vera pace ai popoli è donata:
Dio ha fatto meraviglie per noi,
Dio ha fatto meraviglie per noi.

 

Sara Virgilio ha raccontato la sua storia: dopo un terribile incidente causato da un pirata della strada, lo stato di coma si è sommato a molte altre problematiche fisiche. Questo stato ha indotto i medici ha ritenere che al 99,9% Sara non ce l’avrebbe fatta, oppure, anche se fosse uscita dal coma, non ci sarebbero state possibilità di recuperare una vita “normale”. Molte persone, davanti ad una prospettiva del genere, disporrebbero nelle proprie “DAT” di essere lasciati morire per disidratazione. Eppure la speranza dovrebbe essere sempre l’ultima a morire: Sara non solo è uscita dal coma, ma è riuscita a realizzarsi pienamente nella vita, sia nella sua carriera universitaria che professionale.

 

Alleluja. Alleluja. Alleluja. Alleluja.
Dio ha visitato il suo popolo,
ha fatto meraviglie per noi, Alleluja.

I corpi infermi trovano salute;
i piedi zoppi danzano a festa:
Dio ha fatto meraviglie per noi,
Dio ha fatto meraviglie per noi.

 

È intervenuto poi Max Tresoldi: la madre di lui ha raccontato come, dopo un gravissimo incidente, Max sia entrato in coma e poi in stato vegetativo. I genitori di Max l’hanno circondato di cure e hanno sempre cercato di comunicare con lui, anche se molti medici e infermieri continuavano a ripetere che “era inutile”. Max però si sveglia dallo stato vegetativo dopo dieci anni, e gradualmente comincia a comunicare con piccoli gesti. Il padre ha letto una lettera in cui, prima dell’incidente, Max aveva dichiarato di non voler vivere nell’ipotesi che si fosse trovato in uno stato di grave compromissione psicofisica: ma da quando a Max è toccato vivere effettivamente questa esperienza, dimostra sempre una forte voglia di vivere e una grande felicità.

 

Alleluja. Alleluja. Alleluja. Alleluja.
Dio ha visitato il suo popolo,
ha fatto meraviglie per noi, Alleluja.

Oggi i bambini entrano nel Regno,
i peccatori tornano al Signore:
Dio ha fatto meraviglie per noi,
Dio ha fatto meraviglie per noi.

 

Adorazione silenziosa

 

 

 

 

Prima della reposizione del Santissimo Sacramento,

preghiamo insieme Maria affinchè

ogni vita sia accolta, difesa, rispettata…

fino alla sua fine naturale

 

 

 

O Maria,

aurora del mondo nuovo,

Madre dei viventi,

affidiamo a Te la causa della vita:

guarda, o Madre,

al numero sconfinato di bimbi

cui viene impedito di nascere,

di poveri cui è reso difficile vivere,

di uomini e donne vittime di disumana violenza,

di anziani e malati uccisi dall'indifferenza

o da una presunta pietà.

Fa che quanti credono nel tuo Figlio

sappiano annunciare

con franchezza e amore

agli uomini del nostro tempo

il Vangelo della vita.

Ottieni loro la grazia di accoglierlo

come dono sempre nuovo,

la gioia di celebrarlo con gratitudine

in tutta la loro esistenza

e il coraggio di testimoniarlo

con tenacia operosa, per costruire,

insieme con tutti gli uomini di buona volontà,

la civiltà della verità e dell'amore,

a lode e gloria di Dio

creatore e amante della vita.


Veglia per la Vita

L'ultimo sabato del mese vegliamo in adorazione 

affinchè ogni vita sia accolta, amata, difesa, servita


 continua a leggere